Galleria dedicata al gufo di palude (asio flammeus). Questo meraviglioso uccello appartenente alla famiglia degli strigidae normalmente raggiunge i territori padani all’inizio dell’inverno. Nel 2012/2013 un grosso assembramento nella bassa padana di questo meraviglioso uccello (circa 46 individui) ha dato spettacolo per diversi mesi. La numerosa colonia ha attirato fotografi di tutta italia, più o meno rispettosi del territorio e del gufo, permettendo scatti indimenticabili.

La presenza di questo strigidae ha attirato non solo fotografi, ma anche molti rapaci opportunisti. Questi, incapaci di cacciare nella neve portata dalle abbondanti e frequenti nevicate, non aspettavano altro che rubare le prede appena catturate dai gufi di palude. Un esemplare in particolare di gufo di palude, è apparso molto confidente, tanto da volare di propria iniziativa, a pochi metri dai fotografi appostati lungo la strada. Si pensa che questo individuo si avvicinasse non tanto per mancanza di “prudenza” nei confronti dell’uomo, quanto per ragioni opportunistiche. Stando così vicino ai fotografi, le varie albanelle, gheppi e poiane assai più timorose nei confronti dell’uomo, rimanevano distanti, permettendo al gufo di consumare la sua preda in assoluta tranquillità.